All for Joomla All for Webmasters

Industria 4.0

INDUSTRIA 4.0

Iperammortamento, superammortamento e comitato tecnico scientifico

Crowdfunding, startup innovative e sociali.

Opportunità, rischi e soluzioni.

 

IPERAMMORTAMENTO

il decreto “industria 4.0” ha introdotto la possibilità di ammortizzare determinate tipologie di beni strumentali al 250%. L‘iperammortamento del 250%, che di fatto rappresenta un contributo del 60% a fondo perduto cumulabile con altre agevolazioni, è tuttavia condizionata dal rilascio di una perizia tecnica giurata attestante che il bene:

  1. possieda le caratteristiche tecniche tali da includerlo nell’elenco di cui all’Allegato A del suddetto decreto
  2. sia interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura

La perizia tecnica giurata deve essere fornita da un tecnico, tuttavia l’attestazione non toglie le responsabilità in capo all’amministratore.

È quindi opportuno che la singola impresa abbia ben chiara la sua situazione prima di procedere ad acquisti e prima di utilizzare l’agevolazione.

A tal proposito Club MeP, rete di imprenditori e professionisti, in collaborazione con l’associazione di categoria Conflavoro PMI ha creato un apposito comitato scientifico di eccellenza che si propone di

  1. rilasciare tale perizia
  2. pianificare l’adeguamento del sistema aziendale al concetto di interconnessione in ottica “industria 4.0″ allorquando l’azienda non l’avesse ancora fatto.

 

COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

Il comitato tecnico scientifico è un’organo composto da personalità di spicco e comprovata esperienza che forniscono il loro contributo confrontandosi. il suo scopo è di aiutare l’impresa a capire le esigenze normative, in particolare:

  • Fornisce perizia tecnica giurata necessaria a iperammortamento
  • Valuta/fornisce parere su ricerca e sviluppo per credito d’imposta
  • Imposta pareri per enti competenti (azienda o associazione)

Nell’ambito dell’iperammortamento il comitato ha una duplice funzione

  • Valutare se il bene rientra, per caratteristiche possedute, tra quelli contenuti nella norma
  • Valutare se l’impresa ha le caratteristiche sufficienti a interconnettere il bene

 

CONSIGLIO

Cosa deve fare impresa per ogni acquisto

È opportuno premettere che gli amministratori ed il collegio sindacale devono essere molo attenti nel capire chi può valutare le caratteristiche di ammissibilità dei beni, considerando che tutta l’operazione si fonda su autodichiarazioni, la valutazione deve essere molto attenta per non incorrere in dichiarazioni non veritiere.

È abbastanza evidente che la sola conferma da parte del fornitore del macchinario potrebbe essere letta in modo strumentale. Solo i beni oltre i 500.000 euro hanno l’obbligo di avere il supporto di una perizia giurata di un tecnico esterno all’impresa. Ovviamente è facoltà dell’impresa avvalersene anche per importi minori.